Calendari, agende e planning: riprendi possesso del tuo tempo

Calendari e app: come calcolare il tempo

Classici calendari  oppure App ed agende digitali?

Per dare il meglio di noi nella vita e nel lavoro, per conseguire i nostri obiettivi dobbiamo avere la mente sgombera.

Soprattutto non dobbiamo pensare continuamente ai futuri impegni, a date, ricorrenze, note etc.

Per questo motivo abbiamo sempre bisogno di calendari e memorandum che ci ricordino appuntamenti e scadenze.

Possiamo scegliere fra due macro-categorie di strumenti.

I classici calendari da tavolo o da muro, i planning e le agende

Oppure..

App e calendari digitali da installare direttamente su smartphone, tablet o pc.

L’importanza di calcolare il tempo: quali sono gli strumenti più adatti

Tanti di noi, hanno scelto di abbandonare il cartaceo a favore di agende digitali che non occupano spazio e che ci avvisano per tempo dei nostri impegni con allarmi sonori, impossibili da ignorare. I calendari elettronici tra l’altro, non occupano spazio, permettono di allegare link, immagini e indirizzi e non c’è possibilità di lasciarli a casa.

Altri, invece, sono rimasti affezionati alla cara carta stampata.

Per coloro che sono abituati a segnarsi tutto, ma proprio tutto (anche i dettagli più insignificanti del tipo “avviare la lavastoviglie”) l’agenda digitale potrebbe, infatti, rappresentare un limite.

Vogliamo considerare poi la soddisfazione di depennare a fine giornata le incombenze più noiose e la soddisfazione che ne deriva?

Inoltre uno strumento cartaceo, come il calendario da tavolo, per esempio, ci consente di avere sempre una visione d’insieme ed un quadro di generale dei nostri impegni quotidiani e settimanali.

Come tutte le cose anche le agende cartacee ed i calendari digitali hanno i propri pro e contro..

La scelta è soggettiva e dipende dalle esigenze di ognuno di noi.. dalle abitudini, dallo stile di vita e dal lavoro che svolgiamo..

E voi? Quale soluzione preferite?

Share

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.