Il migliori mouse per grafici

Grafici vs tendinite. Il rimedio è il mouse ergonomico

Passare tante ore davanti al computer, trascorrere giornate intere davanti ad un monitor possono crearci disturbi al polso e alla mano.

Spesso questa tipologia di disturbo è  una vera e propria tendinite ed è il risultato dell’utilizzo prolungato del mouse.

Per combattere questo tipo di disturbo è necessario acquistare un mouse adatto a chi trascorre tanto tempo davanti ad un pc.

E’ bene sottolineare però, che l’acquisto di un mouse ergonomico deve essere accompagnato anche da una corretta postura da mantenere davanti al pc.

Qual è la corretta postura per un grafico

Quando lavoriamo al pc dobbiamo fare in modo di non aver mai il polso in posizione piegata. Dobbiamo cercare di poggiare l’avambraccio sulla scrivania ed avere sempre la schiena dritta.

Anche se quest’ultimo suggerimento può sembrare per molti banale, spesso si tende a sottovalutarlo.

Ecco i migliori mouse per grafici che abbiamo selezionato per voi

Logitech M570 Mouse con Trackball

Si tratta di uno strumento reso estremamente confortevole dalla presenza di una trackball che permette di spostare il mouse senza l’utilizzo del polso.

La sua tecnologia wi-fi consente di avere fino a 6 dispositivi collegati.

Anker Mouse Verticale Wireless

Questo mouse è stato studiato per permettere al polso di mantenere una posizione “corretta” durante il lavoro.

Lo sforzo del braccio è praticamente inesistente grazie alla sua particolare conformazione a “stretta di mano”

Logitech MX Master Mouse Wireless

La particolarità di questo mouse oltre alla linea ergonomica è quella di avere due scroller.

Questi ultimi hanno due funzioni diverse. Il primo è per i lavori di precisione, il secondo per lavorare in modo più veloce.

Inoltre la conformità di questo strumento permette di non fare alcun tipo di sforzo con il polso.

Conclusioni

Nonostante la nascita di molti dispositivi touch, il mouse resta il migliore strumento con cui comunicare con i nostri dispositivi.

E’ importante, dunque trovare uno strumento che ci sostenga nelle nostre “sgobbate” giornaliere e che non ci sovraccarichi.

 

 

Share

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.