Come svolgere un briefing davvero efficace

Come non partire con il piede sbagliato

Uno degli errori più comuni che compie il grafico (anche il più esperto) è quello di accettare di svolgere un lavoro, prima di aver compreso appieno ciò che il cliente desidera.

Nella maggior parte dei casi è proprio chi possiede tanti anni di esperienza che rischia di dare per scontato ciò che il cliente desidera, magari dopo averlo appena fatto parlare.

Spesso, infatti, si crede di risparmiare del tempo in fase iniziale senza considerare che quel tempo  poi, lo recuperiamo tutto!

Quante volte ci siamo ritrovati a dover fare modifiche che ci hanno costretto a perdere ancora più tempo? Quante volte abbiamo dovuto riprendere in mano il progetto mettendo da parte altri lavori?

Sicuramente non poche..

Vediamo quindi come evitare di perdere tempo con mille modifiche e come ottenere tutte le informazioni utili già in sede di trattativa.

Ecco come condurre un briefing efficace con il nostro cliente

Il briefing è una riunione che viene fatta con il cliente, dove si stabiliscono gli obiettivi e gli aspetti operativi di un progetto. Eò ‘ dove mettiamo a fuoco ciò che il cliente si aspetta da noi.

Dal briefing deve venir fuori un documento, il brief, che una volta approvato dal cliente c guida nell’esecuzione del progetto.

Cosa scrivere nel brief

Per scrivere un brief efficace è necessario sottoporre alcune domande al nostro cliente.

INFORMAZIONI PRIMARIE

  • Settore di riferimento

Il primo step da  effettuare è capire il settore di riferimento in cui opera l’azienda cliente. Questo ci aiuterà anche nel fare delle ricerche e quindi nel comprendere come comunica i suoi competitor

  •  La proposta unica di valore

Capire cosa rende il nostro cliente unico e cosa lo differenzia da tutti gli altri ci consente di fare un lavoro efficace. Nel nostro progetto non faremo altro che mettere in risalto i suoi punti di forza.

  • Cosa si aspetta da noi

Comprendere quali sono le mete del cliente ci consente di non deludere le sue aspettative. Gli obiettivi che il cliente si pone potrebbero essere ad esempio: migliorare il posizionamento oppure allargare il mercato di riferimento.

Capire dove vuole arrivare è necessario per soddisfare il nostro cliente.

Conclusione

Il brief è un documento che dobbiamo guardare ogni giorno. Inoltre, ogni volta che abbiamo dei dubbi dobbiamo andare a rileggerlo per ricordarci gli obiettivi del nostro cliente.

Share

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.