Le 5 regole per una stampa volantini efficace

Nulla è in grado di sostituire la risonanza di uno spot pubblicitario oppure la stampa volantini e la conseguente diffusione capillare sul territorio.

Almeno per ora 🙂

Sempre più spesso le aziende tendono a mixare tecniche di comunicazione above the line con sistemi below the line e throw the line.

Se mastichi un po’ di linguaggio marketing ti sarà chiaro che:

Above the line: E’ la pubblicità che passa attraverso i media tradizionali come la televisione, la radio, le affissioni, la stampa volantini pubblicitari.

Below the line: E’ la pubblicità non convenzionale che non prevede il pagamento di uno spazio in base al tempo di esposizione.

Alcuni esempi sono i flash mob, gli eventi, le relazioni pubbliche.

Throw the line: Racchiude le attività di web marketing e social media marketing.

Questo perché molti pubblicitari sono convinti che nonostante il consumatore desideri interagire e far sentire la propria voce, i diversi sistemi di comunicazione non sono interscambiabili fra loro.

Si pensi ad un’offerta lanciata da un ristorante in un paese in provincia di Roma che propone ai potenziali clienti un menù di San Valentino molto speciale.

Sicuramente potrà raggiungere ottimi risultati con la pubblicità di Google e Facebook ma nulla sostituirà la stampa volantini e una diffusione capillare di un bel   flyer pubblicitario sul territorio in cui si trova il ristorante.

                                         stampa volantini per cena di san valentino

Ma quali sono le caratteristiche essenziali che un buon volantino deve avere per catturare l’attenzione dei passanti?

Vediamole insieme..

  • Immagine grafica

La prima regola fondamentale è che l’immagine mostri in maniera chiara il messaggio che si desidera comunicare.

Una sola immagine sarà più che sufficiente a colpire il tuo utente, l’importante è che sia nitida e ad alta risoluzione. In caso contrario potresti dare l’impressione di mancanza di professionalità.

Presta anche attenzione a dove posizioni la tua immagine, ricordati di non inserirla nel bel mezzo di una frase.

  • Titolo

Il titolo è un altro elemento su cui prestare la massima attenzione.

In poche parole (massimo in 5) devi riuscire a racchiudere tutta la tua offerta e convincere il tuo lettore a continuare a leggere il resto del testo.
Il lettering deve essere di dimensioni superiori rispetto al resto del messaggio. Questo permetterà al tuo pubblico di individuare immediatamente il contenuto.

Puoi utilizzare anche un colore diverso per distinguerlo dal resto del testo.

  • Messaggio

Sii breve.

La sintesi riesce a mantenere vivo l’interesse nel lettore.

Le persone sono sempre di fretta e non hanno tempo da perdere con la pubblicità 🙂

Arriva dritto al punto e non girare intorno al contenuto che vuoi trasmettere.

  • Call to action

Quando si progetta un volantino  pubblicitario lo si fa sempre con un obiettivo che può essere quello di vendere un prodotto o un servizio oppure di promuovere un’attività.. tanto vale metterlo in chiaro sin da subito!

L’obiettivo deve essere evidente e l’invito all’azione deve essere semplice, chiaro ed inequivocabile!

  • Contatti

Non dimenticare di aggiungere i tuoi contatti, siano essi l’ indirizzo mail, l’url del sito web, i recapiti telefonici o la sede della tua azienda.

Altrimenti sarà stata tutta fatica sprecata 🙂

CONCLUSIONE

Hai seguito alla lettera le 5 regole?

Manca ancora un ultimo passo, molto importante a cui forse non hai ancora pensato:

Scegliere con cura la tipografia alla quale affidare la stampa volantini.

La stampa volantini è infatti un passaggio estremamente importante perché è quello che da valore al tuo lavoro e deve assolutamente rendergli giustizia.

Se sei alla ricerca di una tipografia on-line che dia il giusto valore alla tua creatività dai un’occhiata qui https://stampaestampa.eu/

Adesso non ti resta che mettere in campo una certa dose di creatività e metterti a lavoro!

In bocca al lupo 😉

Share